YUKON

 

Meravigliosa regione nel nord del Canada, lo Yukon è un paradiso selvaggio che resta scolpito indelebile nell’anima di chi lo ha vissuto. Montagne impervie, sconfinati boschi di conifere, paradisiaci laghi dalle fredde acque turchesi e cristalline in cui vivono grossi predatori. L’incredibile fauna selvatica che talvolta s’incontra pescando rende unica l’atmosfera di natura e libertà di questi luoghi.

Alci, cervi, caribou, aquile a testa bianca, orsi e molto altro sono incontri possibili durante una permanenza al lodge.

In queste acque prosperano 2 grandi predatori: il luccio e la lake trout canadese. Il primo è presente in abbondanza con taglie spesso oltre il metro e grande aggressività. Ma è il secondo predatore il vero emblema di questi laghi selvaggi: la canadian lake trout nonostante il nome non è una trota bensì un grosso salmerino che può crescere notevolmente raggiungendo e superando con facilità i 10 kg con taglie record ben oltre questi numeri. Vorace predatore, la sua dentatura affilata e la livrea veramente spettacolare, unitamente alla taglia da trofeo ed alla sua aggressività ne fanno uno dei pesci più ambiti dell’intero Nord America, preferito da certi angler anche ai più blasonati salmoni del Pacifico. In primavera le lake trout pattugliano le acque basse ed è possibile insidiarle con successo a spinning e a streamer, con la possibilità di pescare a vista nelle acque limpidissime tipiche di questi spot. Col sopraggiungere del caldo tendono a raggiungere fondali più marcati e la loro ricerca andrà effettuata con siliconici e teste piombate oppure alla traina. In estate le grosse lake trout stazionano in acque profonde e aumentano notevolmente il loro peso corporeo irrobustendo ulteriormente la loro struttura nutrendosi di pesci di branco come i whitefish ( coregoni nordamericani ). Trainando con affondatori in profondità è possibile catturare gli esemplari più grandi, dei veri mostri di lago. Gli esemplari “piccoli” ( 50-60 cm ) hanno abitudini ancora gregarie e si mantengono a tiro di lancio in acque abbastanza basse anche durante l’estate se l’acqua non si scalda troppo. Inoltre tengono meno il fondo, stazionando spesso sospesi in strati intermedi, e per questo nelle giornate propizie possono offrire decine di catture in poche ore grazie alla loro grande aggressività nei confronti degli artificiali.

Come già detto, l’altra metà del lago spetta al luccio, qui presente in maniera massiccia e con moltissimi esemplari oltre il metro. I lucci nordici dello Yukon sono caratterizzati da grande aggressività ed attaccano grosse esche in acque basse nei mesi primaverili e ad inizio estate, spesso è possibile pescarli anche con esche top water e a mosca, con spettacolari attacchi a vista in superficie. Sovente capita di allamare lucci cercando le trote e viceversa. 

Nei laghi ed in alcuni fiumi prospera poi il temolo artico, divertentissimo da pescare a mosca e a spinning leggero con piccoli rotanti, garantisce catture con continuità

In alcuni laghi è presente anche il lucioperca, buona alternativa da insidiare con siliconici sul fondo.

 

Nello stato dello Yukon disponiamo di vari lodge di pesca situati sulle sponde di laghi selvaggi, accessibili con idrovolanti che atterreranno nei laghi stessi. La varietà di ambienti, sistemazioni e budget ci consentono di organizzare viaggi su misura del cliente. Per un preventivo contattaci.