TRENTINO

 

Il Trentino è la regione italiana più ricca di corsi d'acqua. Dai minuscoli ruscelli tra i boschi fino al fiume Adige offre la possibilità di pescare in svariate acque popolate da trote fario, marmorate, ibridi e temoli. Si pesca prevalentemente a spinning e a mosca, insidiando trote e temoli di taglia in ogni corso d'acqua. Per lo spinning si passa dall'ultralight nei microtorrenti allo spinning pesante per le grosse marmorate in fiume. La mosca si pratica in tutte le sue forme, ninfa, tenkara, secca, streamer. Anche la camolera può dare ottimi risultati. Chi non predilige la pesca con gli artificiali potrà pescare alla passata con la canna bolognese, galleggianti leggeri, lunghe scalate di pallini e finali sottili, presentando esche naturali su piccoli ami. Spesso sottovalutato, questo sistema produce ogni anno trote di taglia, grossi temoli, barbi di 50-60 cm e qualche robusto cavedano. In alternativa anche il tocco con lunghe teleregolabili e la pesca con pendolino.

 

 

Stagioni: la pesca nei torrenti rende particolarmente da fine marzo-aprile ai primi di giugno e dalla fine di agosto a tutto settembre. In alcuni tratti è possibile, solamente a mosca secca, insidiare trote e temoli anche nel mese di ottobre.

 

                        

 

Prezzi a partire da: QUOTE SU RICHIESTA

La quota comprende: 3 notti in Hotel in mezza pensione, 2 uscite di mezza giornata con guida, permessi giornalieri, pranzo al sacco durante le uscite

Non comprende: eventuali extra, uscite supplementari